Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

SPARATORIA IN PIENO CENTRO | Rapinano barista ed investono poliziotto: inseguimento con spari per arrestarli. I NOMI

12 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Avevano appena messo a segno una rapina: avevano agito all'alba convinti di riuscire a farla franca. Ma questa volta sulle loro tracce hanno trovato gli uomini della Squadra Volante della Questura di Caserta (diretta dal dirigente Michele Pota) che li hanno intercettati. Ma loro, Vincenzo Cannavale ed Erasmo Napolitano, non si sono arresi subito: ne è nato un inseguimento e non si sono fermati neanche quando davanti a loro si è posizionato un poliziotto. Lo hanno investito, credendo di riuscire a farla franca, ma csì non è stato.

E' accaduto tutto ieri mattina all'alba a Caserta. Uno dei poliziotti della Squadra Volante della Questura di Caserta sta uscendo da casa per raggiungere i propri compagni e iniziare il turno di mattina a bordo della Volante. Divisa indossata e radio di servizio accesa lungo il percorso, il poliziotto sente che la Sala Operativa sta chiedendo alle Volanti di correre presso un bar della zona Petrarelle, dove un barista è rimasto vittima di un tentativo di rapina pochi istanti prima.

Due persone, viaggianti su di una Citroen Xsara Picasso di colore grigio, lo hanno avvicinato mentre apriva la saracinesca del suo negozio e hanno tentato di portargli via il denaro dalla cassa e altri valori. Una dinamica, quella ascoltata dalla voce del collega del Centro Operativo, identica a quella delle recenti rapine avvenute ai danni di titolari di esercizi commerciali dello stesso tipo, su cui i poliziotti della Squadra Mobile e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura hanno già gli occhi puntati.

Il primo a giungere sul posto è proprio lui. Comunica alla Sala Operativa di essere all’ascolto, corre con la sua auto verso il bar e intercetta la Citroen. Un soprasso repentino e il poliziotto riesce a bloccare la macchina. Scende dal suo mezzo, pistola in pugno, e intima l’alt polizia alle due persone presenti a bordo del veicolo. Il conducente – successivamente identificato per Erasmo Napolitano, dopo aver minacciato il poliziotto ingrana la marcia e lo travolge letteralmente, ferendolo a una gamba. Con un colpo di pistola il poliziotto riesce a bucare una delle gomme e a rallentare la corsa dell’auto dei fuggitivi. Ferito, risale sulla sua auto e si mette all’inseguimento, comunicando via radio ai colleghi tutti gli spostamenti. Intervengono in suo ausilio le Volanti e un’auto civetta della Squadra Mobile. I due vengono tratti in arresto.

Vincenzo Cannavale, 32 anni di Caserta, e Erasmo Napolitano, 43 anni di Nola, già noti per numerosi precedenti di polizia, vengono condotti presso gli uffici della Questura di Caserta e, dopo gli atti di rito, tradotti in carcere in stato di arresto. Sono tuttora in corso indagini per verificare il coinvolgimento dei due nelle recenti rapine avvenute nei giorni scorsi ai danni dei titolari di bar e altri esercizi commerciali nell’orario di apertura.

 

 

Vincenzo Cannavale Erasmo Napolitano inseguimento polizia caserta
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.