Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Tribunale a rischio chiusura, convocato il vertice al Ministero

01 / 03 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere va riconosciuta la piena dignità che merita essendo da sempre giuridicamente e culturalmente riconosciuto come il tribunale di questa provincia. Partendo da questo, si discuterà di edilizia giudiziaria e del presente e futuro del nostro Tribunale, con tutti gli attori istituzionali coinvolti, nell’incontro fissato per la prossima settimana a Roma”. Ne dà notizia la deputata Pd Camilla Sgambato promotrice dell’incontro fissato per mercoledì 9 marzo alle ore 15 a Roma, presso il ministero della Giustizia con il capo di gabinetto del ministero Giovanni Melillo, a cui prenderanno parte il commissario prefettizio di Santa Maria Capua Vetere Campanaro, il prefetto di Caserta Arturo De Felice, il presidente ed il procuratore generale della Corte di Appello di Napoli, il presidente del Tribunale ed il procuratore generale della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ed il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati. “Ringrazio il sottosegretario Gennaro Migliore - ha aggiunto la deputata - che ha mostrato da subito attenzione alla vicenda del nostro Tribunale. Sono certa che l’incontro sarà decisivo per tracciare il percorso in difesa di questo storico e fondamentale presidio di legalità e giustizia sul nostro territorio”. 

Il problema del tribunale di Santa Maria Capua Vetere non è da poco. Anzi. Se non saranno avviati a stretto giro i lavori per evitare pericoli sismici, c'è il rischio della chiusura della struttura. Un problema di non poco conto che ha spinto il Consiglio dell’Ordine degli avvocati, presieduto da Carlo Grillo a convocare una conferenza aperta alla stampa, alla quale sono stati invitati tutti i rappresentanti istituzionali, associazioni e parlamentari della provincia di Caserta e tutti quelli che hanno a cuore il destino degli uffici giudiziari sammaritani. L’appuntamento è per il 4 marzo alle ore 11 nella sede dell’ordine forense così come da delibera del Consiglio sulla «staticità del tribunale»: nel documento si ricordano le proteste a vuoto degli avvocati, le definizioni adottate in passato per il tribunale e per il territorio (gli Spartacus, le Terre delle acque dei fuochi, i modelli Caserta) e il disinteresse, oramai visibile, per il Tribunale con oltre 200 anni di storia che ha dato lustro al foro e gli sforzi dell’avvocatura e dei vertici degli uffici giudiziari.

santa maria capua vetere tribunale rischio chiusura incontro ministero
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.