Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Tribunale di Santa Maria CV al collasso, magistrati e avvocati scrivono a Renzi per scongiurare la paralisi

19 / 11 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Carichi di lavoro enormi, personale insufficiente, mancanza cronica di magistrati con processi che continuano ad aumentare. In una nota congiunta al premier Matteo Renzi e al ministro Orlando, i presidenti dell'Ordine degli avvocati del Foro di Santa Maria Capua Vetere e della sottosezione dell'Anm Alessandro Diana e Marcello De Chiara lanciano un appello al Governo per sottrarre il Tribunale penale di Santa Maria Capua Vetere dal collasso. Nella lettera si chiede “l'adozione di interventi immediati al fine di scongiurare la paralisi dell'attività giudiziaria”. Secondo le associazioni di avvocati e magistrati l'origine di tutti i disagi è l'apertura il 13 settembre 2013 del “Tribunale di Napoli Nord, ad Aversa. «Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere - si legge nella nota - ha conservato la competenza su tutti i procedimenti scaturenti da notizie di reato antecedenti al 13.09.2013, laddove la riduzione di magistrati e personale amministrativo è stata attuata con effetto immediato e senza alcuna gradualità; inoltre per le misure cautelari reale è competente sulle impugnazioni contro i provvedimenti emessi dal Tribunale e dalla Procura di Napoli Nord e ciò accade anche per le misure di prevenzione”.

santa maria capua vetere tribunale magistrati avvocati collasso renzi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.