Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Pd Caserta, l`asse Abbate-Graziano porta Bersani al 68%. Ma il Capoluogo sorride a Marino e Renzi col 47%

03 / 12 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si è chiusa la partita delle primarie del centrosinistra con la vittoria netta del segretario nazionale Pierluigi Bersani anche in provincia di Caserta. Un dato importante, quello raccolto dai seguaci del leader del Pd, appoggiato anche da Sel, Tabacci e Laura Puppato per il ballottaggio contro il sindaco di Firenze Matteo Renzi. Ed i numeri alla fine parlano di un 68% raccolto da Bersani in provincia di Caserta contro il 32% di Renzi. Un dato che soddisfa il segretario provinciale del Pd Dario Abbate, i parlamentari Stefano Graziano e Pina Picierno ed i consiglieri regionali Nicola Caputo e Lucia Esposito (quet’ultima ha appena lasciato lo scranno ad Enrico Fabozzi). Ma anche nell’area Renzi c’è comunque da essere soddisfatti. Carlo Marino ha costruito un gruppo importante che è riuscito ad aumentare i voti rispetto al primo turno (il 7%) e che apre nuovi scenari importanti in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Anche perché Caserta città è stata anche al ballottaggio il miglior capoluogo campano pro Renzi, con quasi il 47%% delle preferenze. Ecco i risultati delle province campane: Napoli, Bersani al 72,2; Renzi al 28%. A Salerno, Bersani 69%, Renzi 31%. A Benevento Bersani 72%, Renzi 28. Ad Avellino Bersani 70%, Renzi 30%.
Caserta Politica Caserta centrosinistra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.