Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Nove giorni di sciopero degli avvocati contro la soppressione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere

01 / 07 / 2013

|

Nello Di Fratta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Grande fermento domani mattina presso la Camera Penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dove il gotha dell’avvocatura sammaritana ha indetto non solo una assemblea generale per discutere della nuova Geografia Giudiziaria, ma anche l’astensione dalle udienze per la giornata di domani, del 5, 8, 9, 10, 11, 12, 15 e 16 luglio, accodandosi a quanto deciso dall’Assemblea dei delegati dell’OUA ( Organismo Unitario Avvocatura) il 25 giugno scorso. Nucleo centrale dell’ennesima protesta è la superficialità del “Decreto del Fare” . Il Governo infatti ha ancora una volta adottato regole in “via d’urgenza” riguardanti questioni assolutamente rilevanti, quali l’esercizio della giurisdizione e l’accesso alla giustizia da parte dei cittadini, senza un confronto con gli operatori di giustizia, e soprattutto con le rappresentanze istituzionali della classe forense. Non solo. Suscita sconcerto anche la reintroduzione dell’istituto della mediazione obbligatoria visti i risultati assai deludenti della esperienza pregressa, le modalità di reclutamento dei magistrati onorari per le Corti d’Appello, la sottrazione al giudice naturale delle questioni relative a comunione e divisione attribuendone la gestione a figure diverse da quelle dell’Avvocato. Infine con la legge 24.06.2013 n. 71 entrata in vigore il 26.06.13 , risulta disposto un sensibile aumento della imposta di bollo che aggrava ulteriormente i già pesanti costi sostenuti dai cittadini per le procedure amministrative e giudiziarie a fronte di un non corrispondente aumento dei servizi, resi invero in misura sempre meno efficiente. E allora, che protesta sia.
tribunale santa maria capua vetere camera penale sciopero sciopero avvocati
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.