Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

I partiti di centro sinistra e le associazioni civiche sul piede di guerra: «Amministrazione Antropoli, un disastro»

18 / 04 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


«Il fallimento dell’amministrazione Antropoli è talmente evidente, anche agli occhi del cittadino più disattento, che non necessita di ulteriori denunce che altro non farebbero che ribadire ciò che la città conosce perfettamente, perché i guasti prodotti dall’incapacità, dalla superficialità, dalla supponenza, dalla megalomania, dalla millanteria dei nostri amministratori, ognuno di noi li vive quotidianamente sulla propria pelle». Lo dichiarano i membri del partito democratico, di Sinistra Ecologia Libertà, della Rifondazione Comunista, del Partito Socialista Italiano, di Capua Bene Comune, di Capua Nostra, di Socialisti e Democratici per Terra di Lavoro, del Movimento S.O.L.E e del Movimento Civico per Capua. Gli esponenti dei partiti del centro sinistra e delle associazioni civiche capuane, puntano il dito contro il sindaco Carmine Antropoli, e proseguono: «A partire dalla disastrosa situazione finanziaria in cui versa l’ente o dal fallimento nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti che, non solo penalizza i cittadini, ma colpisce anche gli stessi operatori ecologici che sono in continua agitazione per gli intollerabili ritardi nel pagamento degli stipendi. Tuttavia, c’è poco da ricavare da un’amministrazione che spende centinaia di migliaia di euro per farsi bocciare il Piano Urbanistico, rendendo orfana la nostra città di uno strumento volto allo sviluppo e alla crescita economica. Com’è possibile discutere con chi, a proposito dell’area ex caps, vuol far credere, nel solito delirio di onnipotenza, che già sei anni prima sapeva che, sei anni dopo, il governo centrale avrebbe approvato una norma che passava, a costo zero, ai comuni i beni demaniali? Com'è possibile discutere con chi continua a portare avanti il progetto del gassificatore nonostante che la stessa Regione lo consideri un’opera inutile. Il centrosinistra non è più interessato a dialogare né, tantomeno, a polemizzare con chi ha colpito al cuore la nostra città e che, ai nostri occhi, è completamente e irrimediabilmente delegittimato. Solo in consiglio comunale, e solo per rispetto delle istituzioni, sarà possibile confrontarci con chi, in ogni settore, ha relegato la nostra città agli ultimi posti della classifica. E continueremo a farlo, come abbiamo sempre fatto, contestando motivatamente e nel merito le sciagurate scelte amministrative, senza mai far mancare precise e alternative proposte attraverso il consigliere del centro-sinistra Antonio Gucchierato ed il consigliere di Capua Bene Comune Pasquale Frattasi. Proprio da tutte quelle proposte fatte, invece, noi abbiamo aperto e continueremo ad avere un confronto con i cittadini che riteniamo i nostri unici interlocutori. A loro, individualmente o in forma associata, rivolgiamo il nostro appello a non far mancare il proprio contributo per far uscire Capua dall’agonia in cui versa da troppi anni per i disastrosi malgoverni della premiata ditta Antropoli-Ricci. Siamo impegnati al fianco dei cittadini esausti, indignati e desiderosi di un radicale cambio di rotta.  Daremo battaglia per cancellare dal libro le bugie e per scrivere parole di verità, forti del crescente consenso nella città. Sabato 18 aprile e domenica 19 saremo presenti con un gazebo in piazza dei Giudici per incontrare la cittadinanza e confrontarci sui temi qui accennati e sulle prospettive di rinascita della città».

 

 

 

 

capua partiti centro sinistra associazioni civiche carmine antropoli disastro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.