Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il giallo della scuola di Ercole, botta e risposta Apperti-Borrelli in aula. Alunni verso il trasloco a corso Giannone

27 / 03 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Era già partita lo scorso febbraio la polemica inerente la scuola elementare Collecini-Giovanni XXIII di Ercole, quando al momento della pre-iscrizione dei bambini per il prossimo anno scolastico (2017/2018), molte genitori avevano scoperto che, a partire dall'anno a venire, le abituali lezioni si sarebbero svolte in una diversa struttura. La causa starebbe nel fatto che l'edificio scolastico di Caserta non sia di proprietà del Comune, di conseguenza, lo stesso sarebbe costretto a provvedere celermente alla riassegnazione dei locali. Il consigliere di Speranza Francesco Apperti ha evidenziato, durante il consiglio comunale, che “al momento della costruzione dell'edificio, avvenuta negli anni '90 ad opera dell'ingegnere Crispino, il suolo ospitante sarebbe dovuto diventare di proprietà comunale. Così però non è stato, e per molti anni il comune di Caserta ha pagato un contratto di fitto (cifra quantificata, secondo le carte in 35.000 euro complessivi) fino all'inizio del 2017, quando la Corte dei Conti ha categoricamente negato la presenza di fitti passivi. Secondo l’assessore Daniela Borrelli “l’unica soluzione momentaneamente possibile, sarebbe quella di collocare gli studenti in altre strutture scolastiche e la più "papabile" resta la De Amicis di corso Giannone. Nel frattempo sarà possibile riflettere su un'alternativa. L'espediente migliore risulterebbe, in termine di costi e servizi, la volontaria donazione dell'immobile da parte del proprietario, in virtù di una forma di "restituzione" nei confronti della città, ma la cosa appare assai improbabile. La strada più realistica, invece, è quella di accedere a fondi di rotazione, più altri fondi già richiesti dall'attuale amministrazione, per realizzare una nuova struttura nei prossimi anni, ed utilizzando in locazione temporanea la succursale situata nella frazione di Sala, sede di più facile accesso per le famiglie di Ercole non automunite”. Resta, infine, secondo quanto sostenuto da Apperti, la possibilità da parte dell'ente comunale di rivalersi nel caso in cui vi fossero degli scomputi, anche parziali, da parte del costruttore, ma la situazione è ancora tutta da verificare. (Alessia Aulicino)

caserta consiglio comunale scuola ercole trasferimento corso giannone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it