Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Processo Cosentino. "10mila euro per le tessere di Forza Italia". Orsi consegna il memoriale

01 / 10 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Non ho mai preso soldi da Sergio Orsi ne’ per campagna elettorale ne’ per il tesseramento. Tra l’altro, Forza Italia il primo congresso lo fece nel 2005 quindi non avrei avuto motivo di chiedere soldi per il tesseramento”. A dirlo, l’ex sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino collegato in videoconferenza dal carcere di Terni al tribunale di Santa Maria Capua Vetere dove e’ in corso il processo a suo carico per concorso esterno ad associazione a delinquere di stampo mafioso. Cosentino ha voluto rendere una breve dichiarazione spontanea al termine dell’esame dell’imprenditore dei rifiuti Sergio Orsi, condannato per legami con il clan dei casalesi, per difendersi da alcune dichiarazioni rese dall’imprenditore. Nello specifico, Orsi aveva dichiarato di aver consegnato una busta con all’interno 10mila euro come contributo chiesto da Cosentino per il tesseramento. Particolare che l’ex esponente di Forza Italia ha smentito. L’ex sottosegretario, ha voluto precisare anche alcune accuse mosse da Orsi sul versante degli aiuti nelle varie campagne elettorali e tira in ballo l’ex presidente della provincia di Caserta, Sandro De Franciscis. “Orsi ha raccontato – ha detto Cosentino – di aver votato alle provinciali l’ex sindaco di Gricignano di centrosinistra Andrea Lettieri. Ma quest’ultimo era collegato alla coalizione di De Franciscis e chi votava il candidato consigliere di conseguenza votava il candidato presidente, vuol dire che Orsi ha votato per De Franciscis con il quale in quella tornata elettorale, che persi, ero diretto avversario”. Dopo sette udienze, si e’ concluso oggi l’esame di Sergio Orsi, fratello di Michele, assassinato dal gruppo di fuoco del boss Giuseppe Setola nel 2008. Orsi, rispondendo alle domande del pm Alessandro Milita, poco prima dell’intervento di Cosentino, aveva di nuovo raccontato di aver avuti incontri pre elettorali nel 2005 con l'ex parlamentare di San Cipriano Lorenzo Diana, l'ex sindaco di Orta di Atella Angelo Brancaccio e Andrea Lettieri (ex sindaco di Gricignano) per organizzare la campagna elettorale, e che il fratello Michele aveva anche fatto stampare dei manifesti giganti per Cosentino, candidato alla provincia contro De Franciscis. Affermazione che ha portato l’ex sottosegretario a voler replicare. Lo stesso Orsi questa mattina ha consegnato dei documenti, tra i quali anche 16 fogli di appunti che rappresentano il memoriale redatto dal fratello Michele Orsi prima di essere ucciso e che Sergio aveva dichiarato di aver dato al pm Sirignano.  La prossima udienza si terra’ il 15 ottobre, giorno in cui inizieranno a prendere la parola i testi della difesa.

nicola cosentino processo sergio orsi memoriale soldi forza italia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.