Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Apre a Pignataro Maggiore lo sportello per le cooperative agricole da attivare sui beni confiscati alla camorra

17 / 07 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' stato siglato il protocollo d'intesa tra il Comune di Pignataro Maggiore e un gruppo di esperti per l'apertura di uno sportello di avviamento dedicato alle cooperative agricole e sociali da attivare anche sui beni confiscati alla camorra nel tenimento di Pignataro Maggiore. Si tratta della prosecuzione tecnica della volontà espressa in sede di consiglio comunale il 4 luglio scorso, quando l'amministrazione ha votato a favore della realizzazione di cooperative sociali per i giovani del territorio. Per il mese di settembre 2013, nei giorni 12, 19 e 26, dalle 10 alle 12, tutte le persone interessate a realizzare una cooperativa per la gestione di attività agricole, asociali, ricreative o culturali potranno incontrar presso la sede dell'ente pignatarese un esperto in materia che fornirà consulenza gratuita per lo start up necessario. "Un passo concreto verso la realizzazione di un piano serio e preciso per il rilancio territoriale - ha commentato il sindaco Raimondo Cuccaro - era nei nostri piani ormai da mesi, avviare la formazione di cooperative per i giovani, soprattutto guardando al riutilizzo vero e trasparente dei beni confiscati alle consorterie criminali, senza alcun compromesso con nessuno. Crediamo davvero di aver dato piena dimostrazione di essere un'Amministrazione capace di fare con responsabilità e cura delle esigenze della nostra gente".
comune pignataro maggiore sportello cooperative agricole cooperative agricole camorra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.