Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Pestano ragazzo davanti la Reggia, chiesti otto anni di carcere a quattro coetani

12 / 01 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Otto anni di carcere a testa: questa è la richiesta del Pubblico Ministero Gennaro Damiano dopo una lunghissima requisitoria contro 4 giovani di Recale che cinque anni pestarono a sangue nei pressi della Reggia di Caserta uno studente universitario casertano provocandogli lo spappolamento della milza. Rischiano il carcere Andrea Mastroianni, Marco Mazzeo, Yuri Petrillo e Marco Oliviero, tutti quasi trentenni.

Contro di loro si è costituito parte civile la vittima ed i suoi familiari con l’avvocato Raffaele Gaetano Crisileo che in una appassionata arringa ha dimostrato, verbali alla mano, che il suo assistito subì fu un vero pestaggio per futili motivi e che non venne ucciso sol perche’ intervenne la polizia. Ecco qui la sua tesi del tentato omicidio.

Il processo nelle fasi dibattimentale è durato quasi due anni e le udienze dibattimentali si sono susseguite con la escussione di numerosi testi dell’accusa e della difesa e dei consulenti medici legali di ambedue le parti processuali. In particolare il perito medico legale accerto’ che la vittima verso’ in pericolo di vita e che sol grazie alle continue trasfusioni di sangue effettuate presso l’Ospedale Civile di Caserta che prontamente opero’ nella notta MP questi non morì. Ora la parola passa alla difesa e poi la Seconda Sezione Penale presieduta da Rosa Stravino dovrà emettere la sentenza. Gli imputati erano presenti in aula, a differenza della vittima che non ha preferito presenziare.

 

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.